In Europa Renzi abbaia ma non morde


visco999436.jpg_415368877

 “Che cosa vuole fare la Germania?”, ha chiesto l’ex ministro Vincenzo Visco ai lettori del Sole24ore venerdì scorso, in prima pagina. Visco non si aggiunge agli anti-Merkel crescenti di numero da vari anni, ma parte dalla citazione di una riflessione di Joschka Fischer (ex ministro degli esteri tedesco in una coalizione rosso-verde) fatta due anni fa (a maggio) sul Corriere della Sera. “Sarebbe una tragica ironia se la Germania unita, con mezzi pacifici e le migliori intenzioni, causasse la distruzione dell’ordine europeo una terza volta. Eppure il rischio è questo”, sosteneva Fischer. Visco analizza la “serie impressionante di errori nella gestione della crisi” compiuti dall’ Unione Europea a partire dal 2010 nelle scelte fondamentali. Con effetti “economici, politici e sociali” devastanti. Scelte fondamentali, secondo Visco, “imposte” dalla Germania e vantaggiose solo per i tedeschi, con rischio di disintegrazione dell’euro.
L’ex ministro spiega queste scelte e conclude: “L’Italia, approfittando anche della presidenza di turno dell’ Unione, avrebbe potuto provare a porre la questione politica ed economica nella sua interezza, in modo organico e documentato. Ha invece preferito cercare qualche margine di flessibilità immediatamente contrastato e ridimensionato dalla Commissione”. Insomma, nessun cambio di verso, “nessuna scelta vera che può derivare solo da un dibattito esplicito”.
Gian Paolo Vitale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...