#Regioni #impresentabili, torniamo a #Sturzo


regioni2

Molto correttamente Il Sole 24Ore ha atteso la chiusura delle urne e solo lunedì è uscito con il titolo che di sicuro avrebbe aggiunto domenica adesioni ad “Astenemos”: “Le Regioni costano 190 miliardi”. Nessun riferimento agli spettacoli inverecondi di sprechi e ruberie offerti dagli eletti nelle Regioni, ma dati oggettivi di costi e (deludenti) spending review e sintetici resoconti sui “nodi del Federalismo”. Giovedì scorso Antonio Padellaro, sul Fatto Quotidiano, ci ha ricordato che alla antica Tribuna Politica il segretario del Pli Giovanni Malagosi “tuonava contro l’istituzione dell’ autonomia regionale” e, visti i risultati -non solo in termini economici- “aveva visto giusto”. Padellaro aggiungeva: “Le Regioni, per cui si voterà domenica, sono dunque da buttare? Se anche fosse, sarebbe irrealistico poter tornare indietro. Ma continuando così (Cottarelli docet) ci porteranno a fondo”. Tornare indietro, chiosiamo noi, non si può soprattutto perchè questa classe politica sarebbe capace di combinare un ennesimo pasticciaccio brutto, spacciato per riforma, tipo l’ abolizione (?) delle province o il Senato non elettivo (si può rimediare?).

“Ridiamo alle Regioni lo spirito delle origini”, è la sollecitazione che ci è venuta dal presidente emerito della Corte costituzionale, Valerio Onida (sul Corriere della Sera). “E’ ancora possibile -ed è doveroso- riprendere, sostiene Onida- il disegno autonomistico (che la Costituzione colloca tra i suoi principi fondamentali)…”. Ma in questa ultima, grottesca campagna elettorale chi si è  premurato di rileggere “La Regione nella Nazione”, di Luigi Sturzo? De Luca, Moretti, Salvini…? Negli Enti locali, scriveva Sturzo, “la logorrea politica dovrebbe essere bandita, a vantaggio del metodo amministrativo. Ogni sforzo in questo senso sarà proficuo, specialmente per mantenere alle regioni, fin dal loro inizio, il proprio carattere”.

Gian Paolo Vitale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...