NO AI #POPULISTI E AI #PARTITI CON “NANI E BALLERINE”


300x01400830815437europee

Nell’editoriale di ieri su LA REPUBBLICA Eugenio Scalfari scrive che Renzi, per diventare uno statista, dovrebbe studiare Cavour (come guida politica) e Garibaldi (come spirito rivoluzionario). Poi invita i giovani a costruire l’Avvenire e precisa: “Ricordatevi l’antica Internazionale: ‘Sulla libera bandiera batte il Sol dell’Avvenir’ ”. Nel ricordare a Scalfari le esatte parole del famoso inno comunista (“Su fratelli, su compagne, su venite in fitta schiera sulla libera bandiera splende il Sol dell’Avvenir”), mi domando cosa possano imparare i giovani seguendo la “luce” di quella “libera” bandiera rossa. Piuttosto Renzi (non è mai troppo tardi) e Scalfari (forse è troppo tardi) dovrebbero studiare Sturzo, padre del popolarismo e convinto promotore del liberalismo moderno, da non confondere con il neo-liberismo dell’attuale capitalismo speculativo e finanziario. Riprendo alcuni consigli pratici di Sturzo tratti dal suo libro IL MANUALE DEL BUON POLITICO a cura di Gabriele De Rosa (Edizioni San Paolo):

1. È primo canone dell’arte politica essere franco e fuggire l’infingimento. Promettere poco e mantenere quel che si è promesso, perché è saggio consiglio non impegnarsi senza avere riflettuto a lungo ed essersi formata la convinzione di poter mantenere l’impegno preso.

2. Si crede che la menzogna sia un obbligo in politica, ma non è così. La menzogna viene sempre a galla; a parte la sua natura immorale, ritorna più a danno che ad utile.

3. Non ti circondare di adulatori. L’adulazione fa male all’anima, eccita la vanità e altera la visione della realtà.

4. Non pensare di essere l’uomo indispensabile, perché da quel momento farai molti errori.

5. Se hai subito in politica uno scacco e non vuoi prenderti la rivincita, incassalo con faccia serena. Se pensi alla rivincita, sappi che non ti potrai fermare a metà strada, ma sarai obbligato ad andare fino in fondo. Se perdi di nuovo, tirane le conseguenze e ritirati.

Sembra che Renzi non si sia detto “sto sereno” e che pertanto pensi alla rivincita. Il nostro augurio è che alle prossime elezioni politiche non venga sconfitto dall’Italia populista dei Grillo e dei Salvini, ma dall’Italia popolare e liberale come la intendiamo noi, autentici sturziani, e Stefano Parisi con il suo nuovo movimento politico che vieta l’ingresso a “nani e ballerine” di recente memoria.

Giovanni Palladino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...