UNO SU TUTTI: PAPA FRANCESCO


papafrancesco_monzaTrump ha giustamente subito la prima sconfitta, essendo stato costretto al ritiro del suo progetto di legge, che mirava a eliminare la riforma sanitaria di Obama per sostituirla con un sistema meno costoso e quindi meno generoso. Altre sconfitte seguiranno, se continuerà a dividere il Paese come nessun Presidente Usa ha mai osato fare e con uno stile di governo che dà molto lavoro a comici e vignettisti. E se porterà avanti la sua politica protezionista, non mancheranno le conseguenze negative sia per l’economia statunitense che per il resto del mondo. Londra è stata colpita da un cittadino inglese di colore, non da uno straniero o da un migrante, ma la prima reazione è stata una marcia di protesta contro la Brexit, altra mina sulla strada dell’integrazione economica mondiale, che i due paesi anglo-sassoni – sino a ieri tra i principali promotori del libero scambio – mettono ora in pericolo. I paesi della UE ricordano giustamente a Roma i meriti e la “visione” dei padri fondatori, promettono di riparare ai loro errori, ma devono subire un severo rimprovero di Papa Francesco per avere usato male “un patrimonio ideale e spirituale unico al mondo” e per non avere ostacolato “il vuoto di valori del nostro tempo, terreno fertile per ogni forma di estremismo e di populismo”. Giorgio Napolitano fa un grande elogio di De Gasperi da sembrare un nostalgico ex-democristiano, mentre Virginia Raggi, nel suo indirizzo di benvenuto ai 26 leader europei, sembra più europeista di Mario Monti. Pare con la luce verde di Grillo. Su tutti emerge la grande popolarità di Papa Francesco, che a Milano attira una folla che nessun politico al mondo né un cantante pop sono capaci di mobilitare. Francesco al governo? Ovviamente no, ma il mondo starebbe certamente meglio, se la dottrina sociale della Chiesa potesse trovare nel mondo politico ed economico tanti convinti promotori e utilizzatori. Sturzo e Olivetti hanno ben dimostrato che funziona.

Giovanni Palladino

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...