PER COSTRUIRE INSIEME UNA CONVERGENZA DI CATTOLICI E LAICI CRISTIANAMENTE ISPIRATI


PER COSTRUIRE INSIEME UNA CONVERGENZA DI CATTOLICI E LAICI CRISTIANAMENTE ISPIRATI

di Antonino Giannone

 

Buonasera Ivo e Amici di Costruire Insieme, ricevo il seguente contributo al dibattito aperto dal mio articolo pubblicato su “In Terris” (Si risveglino le coscienze) e al contributo sulla “Frammentazione dei tanti cespugli cattolici”. L’Avv. Persichetti nella sua riflessione, ha anche puntualizzato: “no a soggetti come “Costruire Insieme” se, per promiscuità di soggetti, culture e valori, finisce per essere quel vagone ibrido ed indistinto da agganciare al treno elettorale che sta costruendo la “cabina di regia berlusconiana”. Persichetti ha sintetizzato con queste parole la stessa preoccupazione che nel Consiglio Direttivo del 25 luglio di Costruire Insieme ho sostenuto anch’io con altri Amici, ne cito alcuni, tra i più critici: Eleonora Mosti, Andrea Tomasi, Antonio Pisani, Luigi Intorcia. Proprio stamane ho chiamato da Washington il Presidente Ivo Tarolli e gli ho nuovamente evidenziato questa mia preoccupazione: non far diventare “Costruire Insieme” un semplice vagone né di Energie per l’Italia di Stefano Parisi, né un semplice gruppo di politici cattolici, disposti a occupare pochi strapuntini in Parlamento con le prossime elezioni, presentandosi in una lista elettorale che possa vincere attraverso una nuova, grande, ma confusa ammucchiata politica (chiamiamola di centro destra, che ovviamente si contrapporrà a un’altra di centro sinistra: es. Preziosi & C). Se ciò accadesse, senza chiarire prima il nostro ruolo che è rivolto ad aggregare la più larga parte dei movimenti associativi di cattolici e di coloro che anche non vanno più a votare tra i moderati e popolari, accadrebbe che non si riconoscerebbero più gli obiettivi minimi che il progetto di Costruire Insieme si prefiggeva dai primi passi. Ricordiamoli: qualche anno fa prima a Rovereto nella casa del Beato Rosmini e poi a Sant’Anselmo, a Orvieto e infine a Roma alla Bonus Pastor con la partecipazione dei Liberi e Forti e dei DC non pentiti, con valutazioni politiche sempre espresse con generosità, in tante email, dall’amico Ettore Bonalberti. Caro Ivo, t’invito pertanto a fare una valutazione politica chiara nel prossimo incontro di Segreteria di Costruire Insieme che non lasci zone di ambiguità sul versante della nostra autonomia, della nostra identità culturale e di cattolici senza aggettivi, oltre che con obiettivi minimi e Valori etici che vorremmo realizzare e comunque tutelare con leggi nel prossimo parlamento. Buona riflessione e buona decisione a tutti, mi rivolgo anche agli Amici di Segreteria che non conosco e ai quali non posso fare arrivare la presente che chiedo sia fatta pervenire dall’Amico infaticabile della Segreteria: Marco D’Agostini. In attesa delle prossime conclusioni, invio i miei più cordiali saluti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...