AVE CESARE, MORITURI TE SALUTANT


“AVE CESARE, MORITURI TE SALUTANT”

 

di Giovanni Palladino

 

screenshot-www.servirelitalia.it-2017-12-11-22-06-24

 

Iniziava sempre con questo obbligato saluto lo “spettacolo” nel Colosseo. E i “morituri” erano ben consapevoli di essere prossimi alla fine. Non lo furono, invece, il PCI, la DC e il PSI alla vigilia della loro “morte”. Iniziò prima il PCI: quando cadde il muro di Berlino (9 novembre 1989) nessuno dei suoi dirigenti poteva immaginare che a Rimini, il 3 febbraio 1991, Achille Occhetto avrebbe decretato la fine di una sigla e di un’epoca con la sepoltura del PCI e con la nascita del PDS, sigla destinata poi a scomparire quando era ancora “in fasce”. Fu infatti sostituita presto da altri nomi, sino alla cancellazione della parola “sinistra”. Ora anche i nostalgici della vecchia bandiera rossa sono colpiti dal virus della diaspora, che colpì circa 25 anni fa la DC, con la frantumazione dello scudo crociato nella folla di nomi e di simboli qui bene illustrata da una immagine che forse pochi conoscono. Auguri a Grasso, Boldrini & Co. La “morte” del PSI, anche quella inattesa, avvenne poco tempo dopo con l’autoesilio di Craxi. Infine la cattiva sorte toccò alla DC. Ma i “morituri” in carne e ossa non hanno mai salutato i loro elettori, anche perché in gran parte si sono reincarnati in nuovi partiti con analoghi risultati poco produttivi per il Paese. L’economista Keynes era solito dire – con pungente ironia – che i governi erano guidati da intellettuali, che non si accorgevano di essere nella tomba da almeno mezzo secolo (ma in Italia per mezzo secolo neppure quelli abbiamo avuto, ora sostituiti da un comico). E il sociologo Max Weber ammoniva con grande scetticismo: “Chi vuole delle visioni, vada al cinema”. Ma tanta pungente ironia o scetticismo non è applicabile a personaggi come Toniolo, Sturzo, Adenauer, Monnet, De Gasperi, Vanoni, Ferrero, Olivetti, tutti guidati dalla “bussola” del Vangelo e della Dottrina Sociale della Chiesa. Questa utile guida è purtroppo mancata in Italia negli ultimi 60 anni, ma è possibile riprenderla in mano senza fare alcuna alleanza con i “morituri” di centro-sinistra e di centrodestra, inclusi i grillini. Chi ancora si illude di risanare la politica in l’Italia alleandosi con chi è incapace di usare quella “bussola”, non comprende la saggezza del famoso ammonimento: “non versare il vino nuovo in otri vecchi”. Il “messaggio” nuovo verrebbe giudicato dagli elettori come “vecchio”, in quanto proveniente da una alleanza fatta con i soliti noti, ossia con i “vecchi”. La realtà storica di tanti fallimenti politici ci dimostra chiaramente che, senza le “fondamenta” di un pensiero forte, “invano edificano i costruttori”.

One thought on “AVE CESARE, MORITURI TE SALUTANT

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...