Tra talent e Corrida


combo7_obb-k5u-U43490173144947hDB-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443Il nome del prescelto che verrà fatto al Presidente della Repubblica dalla giuria bicefala Di Maio-Salvini (o forse allargata a Casaleggio, Grillo e associati) sarà quello del vincitore di un talent, nel migliore dei casi, o di una puntata della Corrida (dilettanti allo sbaraglio): questo il serio rischio al quale Sergio Mattarella, Costituzione alla mano, è chiamato a opporsi. O quantomeno alla riduzione del danno, già prodotto e ancora in atto.

Che il Cielo lo assista! Per esperienza diretta, so che il coraggio non gli fa difetto.

Tra i nomi che si fanno per guidare (!) il governo, è comparso quello di Emilio Carelli. Buon giornalista, oltre un ventennio a Fininvest/Mediaset, poi a Sky, oggi neoeletto parlamentare Cinquestelle. Anche, a quel che se ne sa, neocinquestelle. In campagna elettorale, in tv, ha espresso “fastidio” per l’obbligatorietà dei vaccini (la benemerita legge Lorenzin): un argomento che forse è peggiore, senza dubbio più ridicolo, di quelli dei NoVax, specie se formulato da un possibile presidente del Consiglio.

Carelli dunque sarebbe motore e immagine del cambiamento, dopo rivoluzionari anni trascorsi in Fininvest e Mediaset come giornalista e conduttore del Tg5 berlusconiano, nelle sedi del Nazareno e dell’Aventino. Una guida autonoma per il Paese. Autonoma per costituzione… E curriculum.

 

Gian Paolo Vitale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...